_social-twitterarrow-downclosedownloadlinklogo-system-ceramicspagenav-arrow-leftpagenav-arrow-rightpagenav-gridplayprodotti-confezionamentoprodotti-cotturaprodotti-decorazioneprodotti-movimentazioneprodotti-pallettizzazioneprodotti-pressaturaprodotti-qualitaprodotti-sceltaprodotti-stoccaggiosearchshare-emailshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-blogsocial-facebooksocial-googleplussocial-linkedinsocial-twittersocial-youtube

System Ceramics tra i relatori del convegno “Industria 4.0” dell’Università di Parma

Mercoledì 13 febbraio alle 14.00 presso il Polo Didattico della Facoltà di Economia di Parma, è in programma il seminario di studi Industria 4.0: l’approccio tedesco alla quarta rivoluzione industriale e l’esperienza lungo la Via Emilia, organizzato dalla Cattedra Jean Monnet dell’Università di Parma e dalla Rappresentanza della Fondazione-Konrad-Adenauer in Italia.

System Ceramics prenderà parte all’iniziativa insieme a Barilla e a Lamborghini, aziende invitate a portare la loro testimonianza in ambito di Industria 4.0.

Il programma sarà aperto dal Rettore Paolo Andrei, della Presidente del CSEIA Laura Pineschi e della Direttrice della Rappresentanza della Fondazione-Konrad-Adenauer in Italia Caroline Kanter.

La giornata di studi proseguirà con tre sessioni.

Nella prima il Prof. Franco Mosconi introdurrà i lavori con una relazione dal titolo I perché di un’analisi comparata. Giovanni Notarnicola, Associate Partner di Porsche Consulting, svolgerà la relazione di base dal titolo La ricetta per una trasformazione di successo nell’era digitale.                                                                                                        

La seconda sessione sarà dedicata alle testimonianze e vedrà protagoniste tre eccellenze produttive emiliane - Barilla, Automobili Lamborghini, System Ceramics -, che saranno rappresentate, rispettivamente, da Antonio Copercini (Chief Supply Chain Officer), Ranieri Niccoli (Chief Manufacturing Officer) e Franco Stefani (Chairman).

La terza sessione offrirà l’occasione per un confronto fra il “modello di capitalismo tedesco”, conosciuto in tutto il mondo, e quello che anche nella letteratura economica internazionale è noto come “modello emiliano”. Ne discuteranno Patrizio Bianchi (Assessore della Regione Emilia-Romagna al Coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, università, ricerca e lavoro), Peter Kurth (Presidente BDE, Federation of the German Waste, Water and Raw Materials Management Industry) ed Erwin Rauhe (Presidente della Camera di Commercio Italo-Germanica).

Le conclusioni saranno affidate a Romano Prodi, Presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i popoli e già Professore ordinario di Economia e Politica Industriale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna.

Scarica la nostra App

Richiedi informazioni

(*) campi obbligatori